Mentre si piange la morte

Giusy Carofiglio

Guardate la frivolezza, sta là
stupida e ingrata, gira la testa.
Occhi bendati, bocca aperta.
Guarda altrove. Dorme.
Mentre si piange la morte
che beffarda sorride, seduta a guardare
come un gatto sfamato, lecca i baffi.
Dio ha le mani tra gli alberi
a raccogliere ogni frutto, anche acerbo
ha bisogno di leggerezza
e quella proteggere. Dimentica tutto
lo chiama perdono.
Intanto il dolore resta, qui
in un posto qualunque
tra la gente qualunque
in un momento qualunque
con un nome qualunque. In eterno

View original post

Cronache dell’Antico

Giusy Carofiglio

Terra, A.D. 2140

Quasi un secolo dopo l’Ultima Guerra il mondo è rinato. Meraviglie tecnologiche, medicine miracolose, uguaglianza di tutti gli esseri umani. La prima missione verso le stelle è in programma. L’utopia sognata per secoli si è finalmente avverata.

Ma ogni sogno che si realizza ha un prezzo.

La popolazione in costante aumento ha raggiunto il punto critico e l’anarchia regna sovrana. Dietro le quinte i Trust, megacorporazioni scientifiche, si contendono il controllo delle risorse disponibili, incluse quelle umane, ripetendo il ciclo che aveva già portato il mondo sull’orlo della catastrofe.

In un mondo destinato a un inesorabile declino solo pochi si rendono conto della verità: nulla è come sembra.

Questo è il mondo di Jude l’Antico.

Il mondo in cui vive e… uccide

By NoghoulSe vuoi seguire la storia, clicca qui :)

View original post

Amor, ch’a nullo amato amar perdona

Giusy Carofiglio

Riverbero sogno serba la vita, quiete e terra.
Abbiamo ingabbiato le speranze
impastato la pace il sangue e le dottrine
dove le fiamme divampate
hanno ucciso i boschi
e il nostro cavo orale, profondo e secco
di parole evacuate, senza senso.

Il vuoto del buio allunga le ombre
con le spalle curve
prono, a scavare le illusioni con le mani nude
le ginocchia livide, il volto sporco.
Un mantello nero a coprirgli il capo
in bocca un sapore di metallo
gli occhi smarriti a guardare la morte – mette paura
la prodigiosa forza ad ostinare il mondo
che percepisce ancora la luce. Uno spiraglio.

Abbiamo bisogno di noi, null’altro conta.
vivimi adesso, perché non sia tardi.
Mentre lo sguardo è disattento
e rasenta l’orlo tetro dei sudari
forse sapremo sfuggirgli, anche per poco
come nell’inferno di un Dante artificioso.
“Amor, ch’a nullo amato amar perdona”
Il cerchio della vita che…

View original post 17 altre parole

Cazzi su Facebook (Facebook, la (triste) verità sui “Mi piace”)

Giusy Carofiglio

Ho scoperto giusto poco fa, di essermi innamorata, sì, di amare svisceratamente un uomo che non sa della mia esistenza, ma sa assolutamente tutto di ciò che penso…
come è strano il mondo, a volte non volendo ti dà modo di incontrare la tua anima gemella:)

Questo è un estratto del suo articolo: E cliccando qui, tutto l’articolo:) Il Fatto quotidiano –

Facebook, la (triste) verità sui “Mi piace”-

“Se però volessimo uscire dal ristretto ambito della rete, e muoverci per quel mondo che, proprio grazie alla rete è diventato improvvisamente così piccolo, beh, a quel punto lo sconforto dovrebbe cogliervi in maniera talmente violenta da far regredire le vostre tette così generosamente esibite al grado di pulsante per accendere la luce. Nel mondo ci sono tra i sette e gli otto miliardi di abitanti, e voi siete lì ad avere un’impennata di autostima perché cento persone, sempre…

View original post 142 altre parole

E m’innamorava

Giusy Carofiglio

Era interminabile la notte
rotolava lenta tra i piedi nudi
“Non seppero guardare”
Leggera e pallida nel palmo delle mani
profumata d’anima
“Non videro nulla”
Ancora là distesa nel gelo più grande
“Parlarono a gran voce”
Eppure, era etereo quell’amore
lo avvertivano anche i muri
solitario e silenzioso
e triste
malinconico, inquieto. Miracoloso.
Era impalpabile, vero
dentro una conchiglia protetto
un soffio di vita furioso – come le cose belle
inaspettato, con le braccia grandi
a sollevare il peso di ogni lacrima
con i polpastrelli lividi, infaticabili
a dissolverne il dolore. E m’innamorava
ogni volta

View original post

Rest In Pieces, Ye Olde Merrie England!

Strinature di saggezza

È fatta, la Gran Bretagna (da ora in poi GB) ha deciso, con un referendum consultivo, di lasciare l’Unione Europea, il cosiddetto Brexit.

Per quanto poco io apprezzi questo risultato, è comunque scaturito da una votazione democratica, e in quanto tale è da accettare.

È caratteristico di ogni democrazia che chi resta in minoranza ha il dovere di adeguarsi a ciò che ha scelto la maggioranza (concetto ancora poco chiaro in Italia, ma si spera sempre nel futuro).

Che cosa comporta questo per le due parti in causa?

Non sono un profondo conoscitore del trattato di Lisbona, ma nel mio piccolo proverò a riassumere alcune cose che saranno evidenti a qualsiasi lettore.

Cosa cambia per l’Unione Europea?

L’UE perde un mercato composto da 65 milioni di consumatori. Naturalmente questo non vuol dire che improvvisamente cesserà qualsiasi rapporto commerciale con la GB. Semplicemente, uscendo dall’UE, la…

View original post 1.166 altre parole

Un Amore scarlatto

Giusy Carofiglio

Non voglio piacerti, e non devo.
L’orlo di una storia mi sostiene, e si espone
sul solco più intimo del cuore, non temo l’orpello del cielo
quante nuvole riflesse negli occhi, come abbagli, e tu
ottusa e santa d’elogi ambigui, tu, non hai mai compreso
fronzolo attaccato all’importanza, parassita degli dei
celebri la bellezza, palpitando orgogliosa
è un’arma letale, essere certi, il dubbio sa di saggezza
e io, sì, resto nessuno, e no, non voglio piacerti
e non devo. Ho tolto le scarpe
cammino su strade gravide e assuefatte
sul ricordo di parole d’indignazione, non avresti dovuto.
I nostri giorni hanno il sapore santo di una benedizione
l’odore d’incenso, e di candele spente, quello delle chiese
no, non ci sarà un domani, l’oggi ha un nome
poroso, come le ossa del mio amore, sa d’Uomo
come il sangue di un viandante raro
solo l’urlo resta, l’inveire contro il cielo
come…

View original post 27 altre parole